Archive for novembre 2012

OB (Off blog): IL GONDOLIERE CINESE

novembre 25, 2012

http://ilmiolibro.kataweb.it/schedalibro.asp?id=905955
Annunci

LOREDANA LIPPERINI E IL FRONTE UNITO MEGERE DELL’EDITORIA PER RAGAZZI

novembre 13, 2012

Oggi mia cugina laPeperini si è buttata sull’argomento “editoria per ragazzi”:

http://loredanalipperini.blog.kataweb.it/lipperatura/2012/11/13/forbicine/

affermando, fra l’altro: “A partire dagli anni Zero, la narrativa per bambini è diventata, in molti casi, “fast”, seriale, facile… ”

Già in passato le era stato fatto notare come l’editoria per ragazzi – in Italia – sia tutta gestita da DONNE, per cui le colpe, in quel settore, sono davvero imputabili a un solo e preciso gender.

Fra i vari commenti, a un certo punto è spuntato quello di un mio amico, rimasto vittima della protervia editoriale femminile:  “Writer for Children”.

Inutile dire che la sua testimonianza è stata immediatamente CENSURATA.

LOREDANA LIPPERINI E LA MANIA DI PERSECUZIONE

novembre 10, 2012

Passano gli anni, ma non la mania di persecuzione di mia cugina LIP SERVICE, che – malgrado le ripetute pulizie “etniche” (tu hai diritto di parola, tu no…)  e i continui blacklistamenti di frequentatori del suo purissimo blog, continua a sentirsi al centro dell’attenzione di troll e molestatori di varia pericolosità, magari a rinforzo della propria militanza veterofemminista. Da un lato il 2 novembre scorso ha dichiarato nel proprio blog di aver sempre avuto “paura che chi ti avvicinava lo facesse non perché gli o le piacevi, ma perché poteva averne un tornaconto” (quale? alludeva forse a Wu Ming 1 e al consueto giro di autori da lei periodicamente promozionati o a Lara Manni, sua alter ego?); dall’altro ha confidato in FB di non avere soldi da sperperare in cause legali contro i personaggi che, come effetto secondario e indesiderato del  suo per altri versi apprezzatissimo fulgore, la ossessionerebbero con la loro ossessione per lei (traduco: le muoverebbero qualche critica). Forse le teme perse in partenza, visto che in genere viene accusata di comportamenti webbici reali e documentati.

Mi scrive un’amica:

“Io sono di quelle che si fanno tanti film in testaSarcastico
però penso anche che parlare di stalking e/o assimilarlo al trollaggio sia esagerato… e penso che questa signora abbia collezionato tanti  nemici, anche se preferisce far credere di avere più consensi riducendo il dissenso a quattro gatt* agli occhi dei suoi sostenitori (il messaggio che passa è:

tutti mi stimano e i disturbatori sono sempre gli stessi che cambiano nick di volta in volta)”.

Un altro amico  mi ha segnalato la seguente conversazione:

Che dire se non:

“A Lipperì, vedi de darte ‘na ridimensionata, va’! Sarai pure ‘na  blogstar e ‘na bannatrice compulsiva, ma er tempo dei  blogghe è ormai ar tramonto e i’ unici ad avè mai avuto un tornaconto dar to bloghhe  so’ proprio quelli che te se so’  stretti intorno a coorte! A’n vedi questa!!!”

[Pensando a LippaLara e a come era pronta a fiondarsi alla polizia postale ai tempi della messinscena dell’addio di GL D’Andrea e all’attacco contro massacri fantasy e nonciclopedia, AGGIUNGO UN LINK:

http://www.steamfantasy.it/blog/2012/06/21/anniversario-di-un-addio-e-lippamanni/ ]