Archive for gennaio 2013

LOREDANA LIPPERINI CENSURA MICHELE MARI

gennaio 23, 2013

mari 001

Oggi nel blog di mia cugina si parlava del rosa in primo piano su uno sfondo di Shoah. Amor omnia vincit?

http://loredanalipperini.blog.kataweb.it/lipperatura/2013/01/23/incontrare-mrright-a-treblinka/

Secondo il commentatore CITAZIONISTA, valeva la pena citare tre brani da “Rondini sul filo” di MICHELE MARI. Questi:

“I grandi amori, si sa, spesso offrono più occasioni di tormento che di pace. Ma qualche volta l’amore va oltre, spingendosi verso una tenebrosa frontiera, dentro un territorio pieno di apparizioni, di incubi, di fantasmi, nella popolosa landa dell’ossessione. Rondini sul filo è il febbrile monologo border-line che disegna, con accurata esasperazione, una lucida mappa; la minuziosa e visionaria geografia di un delirio…” (Dal risvolto di copertina di “Rondini sul filo“, di Michele Mari)

“Si comincerà dal seguente apoftegma: non c’è, all’uomo, valore superiore alla figa. Apodittico, l’apoftegma! mica da dubitare che siamo nella teologia, e ci restiamo… idolo supremo di nostra vita dolente, se ti abbiamo vagheggiato! se abbiamo aspettato pazienti impazienti che ti palesassi! lassi mostruosi di anni, nella solitudine dell’asceta… sommo bene cui tutto il nostro essere tende, se ti abbiamo adorato senza ancora conoscerti! se proprio nella privazione abbiamo misticamente intuito la tua essenza!”
(Michele Mari, “Rondini sul filo“, Mondadori 1999, p. 123)

“… è bello dire tentativo, tentativo fallito ancor meglio, puoi pascertene a volontà… ma se solo ti fermi, se solo quel suono verbale è colpito da un raggio di luce un po’ nuovo, ecco rivela il suo interno… genitali nudi a contatto, a dir breve… è così, quando ne va dei genitali è detto tutto! anzi no: il cazzo e la figa, adesso è detto tutto… i bei distinguo, dove sono finiti? le avversative gaudiose, le ghiotte invettive? le lenizioni preziose? e l’interpretazione felice? fine! solo il cazzo e la figa, absoluti e pur quelli, due costellazioni nel cielo e pur quelli, i loro, c’è più letteratura che valga, il cazzo e la figa bisogna dire così, e quando dici così, finiti, gli aiuti! più nessun libro del mondo ti presterà la parola che consola, la grande tradizione, finita! soli nella propria angoscia, senza poterla condire… indorare un pochino, nemmeno… volevi stare dalla parte degli animali indifesi? ci stai! che piva direte, ci posso far niente l’ossessione è così, ci si è dentro, ci dice più niente il bel mondo, la volta stellata i tramonti… l’offesa più grave è qui, un tradimento continuo di ciò che amammo e che adesso riconosciamo a fatica… la nostra vita, usurpata… ” (p. 196)

“… dormirò? ho già preso due pillole e una sambuca rinforzata di rhum… ero astemio, ora vado avanti a liquori, pare che all’inizio degli anni ’80 un area-manager ricevesse dimolte casse di vino e champagne, notare che ad ogni bottiglia stappata c’era un moto di risa… solo una poltroncina nello spazio disadorno, la bottiglia sarà stata appoggiata per terra, c’è un quadro di Ligabue grande come mezza cartolina intitolato Le rondini sul filo, quando l’ho visto da vicino mi è venuto da piangere… ” (p.272)

Postato mercoledì, 23 gennaio 2013 alle 9:42 am da CitazionistaPURTROPPO MIA CUGINA HA FATTO SUBITO PIAZZA PULITA DI TUTTE E TRE LE CITAZIONI.

E dire che Michele Mari è il miglior scrittore italiano vivente… ma che può saperne lei? Ha occhi solo per Lara Manni:-(

CONTINUA LA CENSURA OTTUSA E COGLIONESCA DI LIPPAMANNARA

gennaio 14, 2013

lippagen13B

Stamattina mia cugina si è cimentata sul tema della gaytudine:

http://loredanalipperini.blog.kataweb.it/lipperatura/2013/01/14/non-me-la-prenderei-troppo/

Per un po’ nella sezione commenti è apparsa una graziosa poesia perfettamente on topic dal titolo:

UNA RISPOSTA ALLEGRA

Madre Natura

ha già trovato

una propria risposta

al problema

mondiale

del sovraffollamento

demografico,

una risposta allegra,

oltretutto:

una risposta

gay…

Dopo un po’ la poesia è stata coglionescamente censurata ed è scomparsa dalla sezione commenti.