PASSANO GLI ANNI, MA LOREDANA LIPPERINI NON RIESCE A TROVARE NUOVE NARRAZIONI…

Lipp

Scrive Loredana Lipperini, odiatrice di fiducia di Lucio Angelini, qui:

http://loredanalipperini.blog.kataweb.it/lipperatura/2014/01/06/odiate-anzi-no/

“Non bisogna pensare a contromisure limitanti (lo scrivo subito prima che il discorso sugli haters si avviti nella solita contrapposizione libertari versus censori, che non esiste, o almeno non esiste qui). Bisogna, ed è anche il mio personale augurio per il nuovo anno, trovare altre narrazioni. Altre parole. Altre storie. Anche e forse soprattutto in rete.”

Osserva in un commento tale Arturo Emiliani:

“Dice LL: ‘contrapposizione libertari versus censori, che non esiste’: siamo seri! Ci sono persone a cui la tenutaria di questo blog censura ogni tipo di commento, off topic, on topic, in linea con le sue idee, in contrasto con le sue idee. così, tanto per il gusto di mozzare qualche lingua qua e là. che la vera hater sia lei?
Postato lunedì, 6 gennaio 2014 alle 7:14 pm da Arturo Emiliani

Interviene tale Maurizio:

“Gentile Arturo, lei dovrebbe uscire più spesso. In questo modo scoprirebbe che a questo mondo esistono anche case che non sono abitate da “tenutarie”, bensì da signore come Loredana Lipperini. Saluti cordiali e buon anno.
Postato lunedì, 6 gennaio 2014 alle 7:55 pm da Maurizio”

E la nota hater della rete:

“Maurizio, ‘Arturo’ è il solito Lucio Angelini [??? n.d.r.]. Se lei non sa di chi si tratta, come è giusto, è una persona che è stata bandita da questo blog per i suoi comportamenti, e che tenta in tutti i modi, in ogni luogo dove appare il mio nome, di intervenire per sbraitare insulti nei miei confronti. In poche parole, un’ossessione. Lo ignori, come mi sforzo di fare da sette anni a questa parte. :)”
Postato lunedì, 6 gennaio 2014 alle 8:10 pm da lalipperini

Ovviamente la scorrettissima hater non specifica quali siano stati questi terribili comportamenti dell’Angelini (= averla contrastata nella promozione della bufala sul New Italian Epic, n.d.r.), e, bloccando ogni possibile replica da parte della vittima del suo odio, definisce ‘sbraitare insulti nei miei confronti’ il mero fatto che il suddetto Angelini ricordi di tanto in tanto in rete che bisognerebbe distinguere tra certe belle omelie lipperiniane e certi comportamenti concreti della contraddittoria ex blogstar, ormai ridotta a una patetica parodia di se stessa.

Annunci

Tag:

7 Risposte to “PASSANO GLI ANNI, MA LOREDANA LIPPERINI NON RIESCE A TROVARE NUOVE NARRAZIONI…”

  1. Luan Says:

    Subito dopo questo post, la mia hater di fiducia non ha esitato a censurare questo commento:

    “Leggo in FB il post di un’amica sulla De Beauvoir, che pare sia stato inviato anche qui ma da te censurato (al solito): “Oggi festeggio una matrona del femminismo, Simone De Beauvoir, a modo mio. Ricordando che era una seduttrice seriale di ragazze adolescenti – sue studentesse – alcune delle quali non uscirono bene da quelle esperienze. Una addirittura si suicidò. (Non che Sartre fosse da meno, andava fortissimo con le minorenni, sempre sue studentesse). Per loro fortuna vivevano in Francia, dove la “pedofilia dolce”, all’epoca, era considerata chic – si portava molto.”
    E’ riportato anche il commento (censurato pure quello) alla mancata publicazione: Se non pubblichi perché sono io a commentare, nessun problema. Se non pubblichi perché ci sono “sante” che non si toccano, nessun problema lo stesso. E’ la rete bellezza, e ognuno fa come gli pare a casa sua. Basta che poi non fai la morale alla Chiesa Cattolica, oscurantista e dogmatica, assolutista e portatrice di un pensiero unico. O a Berlusconi, che almeno le minorenni le pagava, e profumatamente anche, campando intere famiglie. Non come Sartre che le sverginava e poi scartava, o come De Beauvoir che le accompagnava ad abortire quando il suo compagno le metteva incinte. Amici delle donne.
    Se non pubblichi perché sono andata OT – nel tuo post si parla del lascito intellettuale e non umano, spero, della DeBeauvoir, nessun problema lo stesso. Mi sembrava importante, però, ricordare anche le sue vittime.
    Tra l’altro, lei stessa era sopravvissuta a un’infanzia di merda. Come il suo degno compare. Ci vorrebbe Alice Miller per spiegarci come erano diventate persone così tossiche umanamente.”

    Come fai a rifiutare sistematicamente ogni voce contraria alla tua????? Per me ti stai auto-sputtanando.

    Postato venerdì, 10 gennaio 2014 alle 11:03 am da Censorius”

    • pirulix Says:

      Tant’è: chi è tuo amic*, Lu’, è a priori in moderazione perpetua e se la tua personal hater ha la luna storta è direttamente censurat*…
      Oppure per essere accettato deve sconfessarti pubblicamente…
      Infantile piuttosto e anzichéno!
      Però trovo altrettanto insano ostinarsi a voler commentare in quel blog. E mi riferisco anche alla ns dolcissima e simpatica amica censurata.

  2. Luan Says:

    In effetti mi sono abbastanza rotto di dedicare qualche minuto ogni tanto alla Lippa, mia ex amica poi hater di fiducia. A che pro continuare a concederle l’opportunità di interloquire con me, se si accontenta di farlo con chi le striscia ai piedi? Che si fotta e si parli addosso per l’eternità:-)

  3. marilì Says:

    E’ tristemente vero: costei diventa sempre più una parodia di se stessa, impressionante; e ancor più impressionanti, impressionati e impressionabili i suoi piccoli devoti, fedeli al punto di darle sempre ragione, a tale scopo decidendo addirittura di disimparare a leggere. Questo dimostra che l’inclincazione a lasciarsi indottrinare non c’entra con il livello culturale.

  4. Luan Says:

    Marilì, lasciamo che guazzi nel proprio brodo. Se ama circondarsi di persone reverenti e insincere per timore di un dibattito serio, amen. Il fatto che impedisca d’ufficio le repliche alle stronzate che racconta sui suoi presunti stalker (evidentemente non ha idea di che cosa sia uno stalker) la dice lunga sulla sua malafede.

  5. marilì Says:

    Vero.
    In ogni caso Lipperatura è una delle esemplificazioni migliori di quanto giustamente diceva anni fa quello “squinternato” di Paolo Barnard:
    “Non vedo alcun rilancio democratico, o civico, o moralizzante, uscire dall’esperienza dei blog italiani. Vedo al contrario le solite storture: o i blog dei ‘divi’ col consueto strascico di partecipanti adoranti; oppure risse fra chi commenta o con il titolare dello spazio stesso, queste ultime soprattutto veicoli di sterile polemica velenosa, insulti e bassa qualità intellettuale”.

  6. Luan Says:

    Il fatto è che dietro quella presunta blogstar c’è solo una persona triste e malata, che passa tutto il giorno al pc a controllare chi la nomina in rete e se con la dovuta reverenza:-)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: